Flea: togliere musica dalle scuole è violenza

Il bassista dei Red Hot Chili PeppersFlea, ha parole forti nei confronti dei politici che vogliono togliere educazione musicale dalla scuola pubblica.

“E’ una violenza, è sbagliato.” sono state le sue prime parole in merito.

L’esuberante musicista ci tiene molto all’insegnamento della musica ai bambini: nel 2001 ha fondato il Silverlake Conservatory of Music, in Los Angeles. Si tratta di una scuola che offre lezioni private di musica per orchestra e musica d’insieme; offre inoltre lezioni gratuite e fornisce gli strumenti a quegli studenti particolarmente meritevoli.

flea rhcp red hot chili peppers silver lake los angeles conservatory of music

Così profondamente concentrato e intento nel diffondere la conoscenza musicale nei giovani, rimane indignato davanti all’idea legislativa di togliere musica dalle materie scolastiche. Ecco cos’ha detto in merito:

“Quando ero piccolo, ero sempre nei guai. Correvo per strada, rubavo, irrompevo nelle case, mi drogavo. Saltavo la scuola e mi facevo le canne. L’unica cosa che mi ha tenuto insieme e sulla retta via è stata la musica. La musica era l’unica mia ragione per la quale andare a scuola, perché mi piaceva suonare nella banda.”

Chiunque suoni, o semplicemente ami la musica, non può che essere d’accordo con l’indignazione di Flea. L’educazione musicale nelle scuole è importantissima! La musica unisce le persone. Nella musica non ci sono confini di razze, religioni, linguaggi. La musica è universale, la musica è di tutti. Sarebbe veramente deleterio toglierla ai futuri adulti.

 

Fonte dell’articolo: Rolling Stone http://www.rollingstone.com/music/news/flea-removing-music-education-from-schools-is-child-abuse-w497593

A.F.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: